logo


Partecipo






6 / 7 / 8 / 9 Giugno 2013

Parco Ex-Fornace, Noventa Padovana












Dopo decenni scanditi dal ritmo di: rivoluzioni sessuali, libertà
di pensiero, abolizione di vecchi sistemi, plastici esibizionismi, sfacciato divertimento, depressione generazionale, botulino, patinato individualismo, reti globali, interculture, nuovi diversi papi, regimi caduti, unione europea, nuove nazioni, global warming, Ibiza-Mykonos-Corfù, fondamentalismi religiosi,
guerre di pace, COBAS, club scene, new-new post-scene, crisi economiche, rivoluzioni arabe, case farmaceutiche,
sdoganamenti e commercializzazioni del DIY..























Il mondo sta riprendendo coscienza dell'ambiente naturale ed umano e sta crescendo la volontà di ricostruire la terra, l'aria e i rapporti umani consumati dalla delocalizzazione di spazi, relazioni ed emozioni. Contemporaneamente, si aprono le porte a scambi di visioni, nuove libertà, nuovi sogni e pensieri, nuove fonti di energia ed un ritorno alla localizzazione. Il tutto scandito dal ritmo di comunicazioni veloci, nuovi stili di vita e da un'umanità alla presa di coscienza di una natura e di nuovi popoli in ribellione. Per superare la vecchia società dell'immagine bisogna investigare i fenomeni, i movimenti, le culture, il villaggio globale, la natura, la quotidianità e le nuove idee con una mente aperta, pronta a cogliere nuovi punti di vista. Per superare la difficoltà del presente e costruire un futuro bisogna essere un nuovo punto di vista.